MARI KANSTAD JOHNSEN

Mari Kanstad Johnsen nasce a Bergen nel 1981, figlia dell’illustratore e grafico norvegese Augon Johnsen. Si diploma in comunicazione visiva alla Kunsthøgskolen di Oslo e successivamente studia storytelling presso la Konstfack di Stoccolma dove, oltre all’illustrazione e alla grafica, si specializza nella moda e nell’animazione. Collabora con riviste come “Kus” o “Kuti Kuti” e realizza una serie di illustrazioni editoriali per il “New York Times”. Nel 2011 comincia ad illustrare libri per l’infanzia con la pubblicazione di Barbie-Nils og Pistolproblemet (Gyldendal 2011) a cui seguono Vivaldi (Magikon 2011), Ballongjegeren (Magikon 2012), Livredd i syden (Gyldendal 2013) The sudden cats (Magikon 2014). 

Realizza diverse residenze artistiche che la vedono già presente in Italia nel 2012 durante “Santarcangelo dei Teatri” per il quale realizza il manifesto dell’evento. Nello stesso anno partecipa al progetto Art Prison Nijmegen, in Olanda, che vede la realizzazione di Blue Cabin (Extrapool 2012). Con questo libro d’artista, interamente stampato in Risograph, vince nel 2013 per la seconda volta la medaglia d’argento all’Årets vakreste Bøker, il più importante festival di editoria norvegese.

Dal 15 al 26 gennaio Mari Kanstad Johnsen sarà ospite a Bologna per una residenza d’artista, primo evento di Aspettando BilBOlbul, che la vedrà documentare con i propri disegni gli eventi di ArtCity 2014. Questi confluiranno in una mostra  e in un istant book, stampato dal laboratorio Risograph di Inuit, che sarà presentato domenica 26 gennaio al MAMbo Museo d’Arte Moderna di Bologna.

www.marikajo.com

Comment