I 4 giorni di Lucca sono stati faticosi ma belli. 

La Self Area quest’anno ha alzato il tiro della qualità, ogni collettivo ha presentato qualcosa di nuovo e gli inuit non sono stati da meno! Appena sfornati dalla tipografia, correndo sotto l’acquazzone sono arrivati a Lucca gli scatoloni di Pali della luce. La seconda edizione del lavoro di Paolo Cattaneo e Filippo Balestra, presentato durante il BilBolbul 2012, è stata riproposta in una nuova veste tipografica e le delicate matite di Paolo sono tornate alla ribalta! Abbiamo pensato a tutti, anche ai nostalgici della passata edizione allegando in regalo il posterino serigrafato della prima copertina.

E’ stata una sorpresa trovare fra le sale di Palazzo Ducale uno spazio completamente dedicato ad una performance di pittura e disegno no-stop di un gruppo di illustratori e fumettisti olandesi fra cui  Jeroen Funke con il suo fantastico duo di super eroi underground e la lettone Dace Sietiņa che collabora regolarmente con la rivista Kuš.

Inuit fa scouting fra le autoproduzioni e anche per questa edizione abbiamo selezionato per voi materiale interessante dai più svariati collettivi.

Mammaiuto presenta Mooned di Lorenzo Palloni, con il suo formato arrogante e l’ironia delle strip verticali; Come risolvere tutti i problemi del fumetto in Italia di Giorgio Trinchero, raccolta dei primi articoli pubblicati su Conversazioni sul fumetto, con copertina de La Came e illustrazioni di Francesco Frongia; Balloons, kit di preservativi a fumetti di Alessio Ravazzani.

WATT affianca al suo secondo volume 0.5 (con illustrazioni di Pelizzon, Mischi, De Cristofaro e molti altri) un intelligente e creativo utilizzo delle prove di stampa tipografica, impreziosendo le copertine di una serie di quadernini brossurati, semplici, eleganti e rigorosamente recycle style. 

Lucia Biagi e Alessio Marchetti ci deliziano con il secondo capitolo di Amenità, completamente dedicato ai fantasmi, con storie e disegni di Alice Socal, Fabio Tonetto, Roberto La Forgia e altri ancora.

Home è invece l’ultima pubblicazione di Delebile: antologia in un nuovo formato con racconti a fumetti di Andrea Settimo, Cristina Portolano, Sam Alden, Roman Muradov e molte altre collaborazioni italiane e straniere incentrate sul tema della casa.

La Trama conclude la sua trilogia terapeutica con La cura del tempo, raccolta di storie brevi, illustrazioni e fotografie di Silvia Rocchi, Viola Niccolai, Alice Milani, Davide Bonazzi e molti altri. Per finire un tocco di handimade con la raccolta dei diari rilegati a mano ed un’anteprima della mostra bosco di betulle.

La Self Area si riconferma il padiglione più interessante e assolutamente da non perdere di tutto il festival, perchè diciamocelo, gli altri fumetti li trovate anche in libreria, ma le autoproduzioni no (a parte da inuit)!

Comment